La pelle

Home » La pelle
la pelle
La pelle

In questo articolo ti parlo di un argomento che sta molto a cuore alle donne: la pelle e tutti i tipi di pelle  con le rispettive caratteristiche e i trattamenti consigliati.

Se sei arrivata qui hai avuto modo di approfondire gli altri argomenti di Esteticando inerenti la bellezza e il benessere, e mi auguro ti siano stati utili.

La pelle è un organo vero e proprio che ricopre l’intera superficie del nostro corpo.

Si dice che sia un organo vivo in quanto reagisce a tutti gli stimoli, sia interni che esterni.

Esternamente è esposta agli agenti atmosferici, ai batteri, ai virus e anche all’inquinamento. Internamente invece è strettamente connessa ai tessuti sottostanti.

Con tali tessuti effettua scambi attraverso la circolazione del sangue, il sistema nervoso e quello endocrino.

La cute è in grado di proteggerci da determinate tipologie di aggressioni esterne. Per esempio se la temperatura esterna è molto alta, la pelle reagisce con la sudorazione. Per proteggersi dal sole si pigmenta, o ancora per tutelarsi dal troppo freddo secerne una maggiore quantità di sebo.

Ovviamente capita che le situazioni appena citate siano esageratamente eccessive. Per cui

l’apparato tegumentario non riesce da solo a cautelarsi. Per tale motivo è nostro dovere intervenire per poter ristabilire un certo equilibrio.

Tipi di pelle: quali sono

Esistono diversi tipi di pelle.

Purtroppo avere una pelle liscia e senza imperfezioni è una fortuna per pochi. A parte casi veramente molto critici, però, è possibile grazie a trattamenti mirati, curare qualunque tipo di problema cutaneo.

E’ molto importante tenere la cute sotto controllo e dedicarle la giusta cura. Così si eviterà che piccoli problemi si trasformino in quadri più complicati da risolvere.

Qui di seguito l’elenco dei tipi di pelle:

  1. la pelle normale;
  2. pelle secca;
  3. disidratata;
  4. la pelle sensibile;
  5. ipersensibile;
  6. pelle asfittica;
  7. mista;
  8. la pelle grassa;
  9. couperosica;
  10. pelle acneica;
  11. senescente.

La pelle normale

La pelle normale, morfologicamente si presenta elastica, morbida e senza alcuna alterazione cutanea, dal colorito omogeneo.

I pori si notano appena e ogni funzione fisiologica è adeguatamente svolta.

Questo di solito è il risultato di una dieta corretta, una vita priva di stress e che viene svolta in ambienti puliti e privi di inquinamento.

Questo tipo di pelle va, nonostante sia priva di problemi, ugualmente curata.

Le creme e le maschere consigliate devono essere idratanti, protettive ed emollienti.

La pelle secca

La pelle secca a livello morfologico si presenta opaca, ruvida e poco elastica. Lo strato più superficiale tende a desquamarsi facilmente.

Le cause principali possono essere dovute a mancanza di grassi oppure a disidratazione quindi mancanza di acqua. Purtroppo in questo caso l’insufficienza di grasso è dovuta ad un cattivo funzionamento delle ghiandole sebacee che non secernono abbastanza sebo appunto. 

Di solito questo tipo di pelle è frequente nelle persone più anziane proprio perché la cute manca di acqua e subisce una diminuzione dell’attività sebacea.

Il trattamento riguarderà prodotti cosmetici, creme e maschere  ad azione emolliente, idratante, vitaminica e dermo protettiva.

La pelle disidratata

Questo tipo di pelle si presenta sottile e devitalizzata, con tendenza a formare zone rugose che si alternano a zone con rossore.

Le cause possono essere di origine interna dovute ad abuso di farmaci o alimentazione scorretta. Di origine esterna dovute a eccessivo utilizzo di saponi, prolungate esposizioni solari, o esposizione ad agenti atmosferici in genere.

I prodotti da utilizzare saranno a base oleosa contenenti collagene, vitamina A-E-F, acido ialuronico. Ma in questo caso sono da tenere presenti anche altri trattamenti. I principali sono le correnti elettriche, l’alta frequenza, le correnti a bassa e media frequenza.

A scuola di estetica mi sono stati insegnati tre imperativi a cui ottemperare per ottenere risultati sempre concreti:

  1. perseveranza: strucca sempre il tuo viso prima di andare a dormire. Una donna non deve fare a meno del trucco ma è importante che sappia che il viso va deterso prima del sonno per proteggerlo al meglio;
  2. regolarità: sottoponiti ai trattamenti estetici con una certa regolarità e otterrai buoni risultati;
  3. sonno: un buon sonno è un vero e proprio “bagno di giovinezza”. Il sonno aiuta a distendere i lineamenti e a risvegliarsi con un colorito fresco. Grazie al sonno si spianano le rughette, l’epidermide si leviga e il colorito si ravviva.

La pelle sensibile

Questo tipo di pelle si presenta con una certa tendenza al secco e al disidratato e si arrossa con grande facilità.

I fattori scatenanti possono essere l’uso scorretto dei cosmetici e la continua esposizione all’inquinamento. Anche i farmaci possono rappresentare una delle cause.

Il trattamento concernerà determinati tipi di creme e maschere. La sostanza maggiormente consigliata è il rusco, ma anche prodotti a base di camomilla, azulene, timo, malva e passiflora sono ottimi.

La cute sensibile ha la caratteristica di reagire con maggiore facilità, rispetto ad una pelle normale, a qualunque tipo di stimolazione.

E intendo stimoli interni come per esempio fattori digestivi, emotivi, ormonali. Oppure stimolazioni di origine esterna quali agenti atmosferici, sfregamenti o cosmetici eccessivamente coprenti.

La pelle ipersensibile

La pelle ipersensibile si presenta con un colorito ineguale, rossori e chiazze. Generalmente può essere colpita da eczema, congestioni, eritemi e gonfiori.

I motivi per i quali un soggetto debba essere più sensibile ad una certa sostanza rispetto ad un’altro non si conoscono.

In questo caso la pelle ipersensibile può derivare da disturbi di tipo neurovegetativo, abuso di farmaci ed eccesso di tabacco.

Anche per questa tipologia di pelle tutti i prodotti a base di rusco sono consigliatissimi.

La pelle asfittica

In questo caso ci troviamo di fronte ad un tipo di pelle molto spessa, con presenza di comedoni, grani di miglio e brufoli sotto pelle.

Principalmente la cute manca di ossigenazione. Di solito questo fenomeno si verifica a causa di un utilizzo eccessivo e prolungato di un trucco coprente. Una ulteriore causa è data dalla mancanza di detersione sistematica.

Per quanto riguarda il trattamento si può ricorrere anche all’acido glicolico. Creme e maschere idratanti.

La pelle mista

E’ un tipo di pelle che alterna zone grasse a zone secche e presenta anche zone normali. E’ molto diffusa come tipologia di cute.

Le cause sono dovute ad una cattiva circolazione sanguigna e linfatica, ma anche un uso errato dei cosmetici.

In questo specifico caso la pelle presenta la parte centrale del viso con zone grasse mentre guance e occhi sono secchi.

E’ abbastanza risolutivo l’utilizzo di tonico attivante o idratante, prodotti a base di allantoina e maschere film-nutrienti.

La pelle grassa

La pelle grassa è untuosa e presenta punti neri in diverse zone. Poiché ha solitamente un ph alcalino superiore a 7 tendenzialmente sviluppa foruncoli ed è fortemente predisposta all’acne.

La causa principale è dovuta all’ipersecrezione delle ghiandole sebacee.

Ma c’è da dire che le cause della pelle grassa possono derivare da altri fattori di origine endocrina, alimentare e nervosa.

Il trattamento verrà effettuato con prodotti a base di canfora e maschere antiseborroiche per pelli grasse.

La pelle couperosica

Questo tipo di pelle presenta macchie rossastre diffuse o circoscritte ed è poco elastica, secca e molto sensibile.

A monte c’è la rottura dei capillari. Per quanto riguarda le cause sono da attribuire a fattori di origine endocrina, nervosa, digestiva o anche epatica.

A volte questo problema di pelle si fa risalire anche ad un’alimentazione troppo piccante, abuso di caffè e tabacco.

Altre cause possono riguardare gli sbalzi di temperatura e l’utilizzo di cosmetici troppo stimolanti.

La linea di cosmetici da utilizzare dovrà essere ad azione lenitiva, calmante, schiarente, decongestionante. I prodotti saranno a base di camomilla, malva, calendula e passiflora.

La pelle acneica

Morfologicamente la pelle acneica presenta alterazioni di origine diversa.

Di base è un tipo di cute molto grassa ma la sua caratteristica fondamentale è data dalla presenza di tre inestetismi.

blocco di epidermide con acne
Aspetto dell’acne

E sono: 

  1. comedone;
  2. papula;
  3. pustola.

 

Il comedone è una sorta di tappo che va ad ostruire il passaggio del sebo.

Il colore di quello che impropriamente chiamiamo “punto nero”, è dato da un accumulo di cellule cheratinizzate. Queste cellule insieme a pigmento melanico conferiscono all’inestetismo il colore nero.

La papula non è altro che l’infiammazione del comedone.

Purtroppo al di sotto del tappo di cheratina la ghiandola sebacea naturalmente continua a produrre sebo, dando vita ad una micro cisti.

Questa verrà accompagnata da irritazione e arrossamento dei tessuti circostanti.

La papula diventa inevitabilmente dolente al tatto.

La pustola è causata dai batteri, i quali trovano un luogo ideale per moltiplicarsi e portano ad un’infezione.

Una pustola si presenta come una bolla rossa rigonfia che culmina in una punta piena di pus.

La pelle acneica comporta un conseguenziale esito cicatriziale laddove colpisce.

Le cicatrici dell’acne prendono il nome di macule.

Le cause dell’acne

Questa tipologia di cute trova origine in molti fattori che possono essere attribuibili all’uso di cortisoni o farmaci in genere. Oppure si parla di acne giovanile.

L’acne giovanile detta anche acne volgare. Può dipendere da fattori endocrini quindi può svilupparsi durante uno squilibrio o assestamento ormonale.

E in questo caso si ha una carenza di estrogeni . Altra causa è da attribuire all’alimentazione.

Attenzione non è dimostrato che chi mangia determinati tipi di cibo possa andare incontro all’insorgenza di tale problema.

Ma una dieta ricca di carboidrati e grassi potrebbe influenzare lo sviluppo oleosità sulla pelle con conseguente formazione di acne.

Infine anche i fattori neurovegetativi possono contribuire alla formazione di questo temuto inestetismo.

Infatti durante l’adolescenza, l’acne crea uno stato di ansia che va a stimolare le secrezioni sebacee e automaticamente a peggiorare la situazione.

Il trattamento per l’acne dovrà essere effettuato con prodotti purificanti, astringenti, sebo riequilibranti, decongestionanti e lenitivi.

Le maschere devono essere a base di propoli che è un ottimo antibiotico naturale.

Durante la detersione è consigliabile utilizzare sempre ovatta al posto delle spugnette. Questo per evitare eventuali migrazioni di batteri e conseguenti proliferazioni in ulteriori zone anche meno colpite dal problema.

Consigli utili per chi soffre di acne

Un acneico deve assolutamente seguire delle regole basilari di igiene e protezione della propria cute per evitare peggioramenti.

Ti do alcuni consigli utili affinché una situazione non troppo grave possa essere tenuta sufficientemente sotto controllo.

Parlo di una situazione che rientra nelle competenze di un’estetista.

Infatti quando i casi sono più gravi bisogna necessariamente rivolgersi ad un medico specializzato in dermatologia ed endocrinologia.

ECCO LE REGOLE BASE:

  • prima di tutto, se si vogliono evitare peggioramenti, bisogna seguire una corretta alimentazione cercando di escludere cibi molto grassi e carboidrati. Da prediligere una dieta a base di frutta e verdure e alimenti freschi. Consigliate sono le cure a base di lievito di birra alimentare;

 

ragazza con tavoletta di cioccolato
Alcuni cibi rendono la pelle oleosa

 

  • un acneico può esporsi al sole, ma come per tutti ha bisogno di prendere le dovute precauzioni. Utilizzando sempre una crema altamente protettiva apposita per le pelli impure. E’ vero il sole migliora l’aspetto dell’acne ma è una situazione solo momentanea. Durante l’esposizione ai raggi UV la pelle per tutelarsi si ispessisce e quindi l’acne tende a sparire. Ma dopo la bella stagione la situazione potrebbe addirittura peggiorare. Infatti si formerà una grande quantità di comedoni pronti ad esplodere nel giro di poche settimane. E’ necessario utilizzare la protezione adeguata sempre;

 

donna si protegge dal sole con lozione
Proteggi la pelle dal sole

 

  • la premitura delle pustole è una pratica eseguita da chiunque abbia questo problema. Non si fa assolutamente. Questo provoca una reazione infiammatoria. Lascia che sia l’estetista, con le dovute competenze a occuparsi di tale operazione;

 

ragazza allo specchio preme brufoli
Non eseguire la premitura degli inestetismi da te

 

  • l’acneico dovrebbe, per quanto possibile, condurre una vita calma, senza stress. Il nervosismo, oltre a provocare l’acne, può comportare a una mancata risoluzione del problema durante i trattamenti;

 

  • il trattamento dell’acne prevede tempi abbastanza lunghi. Per cui bisogna aspettare. Chi presenta questo tipo di cute deve essere preparato a portare pazienza. Ma deve anche sapere che il problema è risolvibile;

 

  • chi ha questo genere di affezione può tranquillamente truccarsi. L’importante è utilizzare i cosmetici appropriati e ricordarsi di detergere tutti i giorni il viso. 

 

La pelle senescente

La pelle senescente è sottile, dal colorito grigiastro e disidratata. Presenta borse sotto le palpebre e diverse pieghe sotto mento e collo.

Le rughe spesso sono accentuate in diverse zone del viso.

Ovviamente le cause dell’invecchiamento cutaneo sono di tipo fisiologico.

Ma esistono dei fattori importanti che giocano un ruolo fondamentale nell’accelerazione del processo di senescenza.

Questi sono l’abuso di tabacco, alcol, medicinali.

La mancata attività fisica, alimentazione scorretta e poca cura di se stessi contribuiscono a rendere tale processo più velocizzato.

Il trattamento per una pelle senescente comprenderà prodotti che sostanzialmente saranno a base di collagene e ad azione fortemente idratante.

Conclusioni

Come ho già detto la pelle è un organo esposto che ci protegge ma che ha, allo stesso modo, bisogno di essere protetta.

Se ti accorgi di avere un problema di cute non aspettare che diventi più grave.

Rivolgiti subito ad un’estetista competente che possa trattare la tua situazione nel miglior modo possibile e seguendo tutte le regole necessarie alla risoluzione dell’affezione. 

Ricorda sempre che a seconda del tipo di problema, hai la completa libertà di poter fare affidamento su un’estetista preparata. Sarà lei a darti i giusti consigli per agire come è meglio per te.

Significa che qualora tu abbia un problema che rientra nelle competenze mediche, l’operatrice professionale ti consiglierà di vedere uno specialista.

In seguito l’estetista potrà stabilire un rapporto di collaborazione con il medico, per un risultato migliore.

Spero che questo articolo possa esserti stato utile. Lascia il tuo commento qui in basso e se hai ulteriori curiosità o domande sono a tua disposizione.

 

 

 

2 comments
  1. […] non deve essere assolutamente doloroso. Anzi deve adattarsi sempre alla sensibilità della cute. Nel caso in cui si dovesse verificare dolore, va subito segnalato all’operatrice che […]

  2. […] qui l’aspetto a bozzi che si nota ad occhio nudo. La pelle perde la sua naturale morbidezza e tonicità assumendo nei punti meno critici il caratteristico […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.